Konrad
Natura e biodiversità

Viaggio nell’Italia del 2786, ecco il nuovo libro del filosofo evoluzionista Telmo Pievani e del geografo Mauro Varotto

“Viaggio nell’Italia dell’Antropocene. La geografia visionaria del nostro futuro” è il titolo del libro edito da Aboca scritto a quattro mani dal filosofo ed evoluzionista Telmo Pievani (nella foto) e il geografo Mauro Varotto, entrambi docenti dell’Università di Padova, che uscirà il 22 aprile proprio in occasione della Giornata della Terra (Earth Day) evento che ogni anno viene festeggiato un mese e due giorni dopo l’equinozio di primavera.

Se la Giornata della Terra vuole celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia, quale occasione migliore di una “passeggiata” nell’anno 2786 e vedere quel che rimane dell’Italia attraverso le parole di Milordo, il personaggio inventato da Pievani e Varotto, che ripercorre mille anni dopo il celebre viaggio in Italia di Goethe?

Il progetto di questo libro nasce all’interno del Museo di Geografia dell’Università di Padova, anzi da una mappa esposta nella Sala del Clima, anch’essa, come tutti i reperti esposti, preziosa testimonianza delle attività di ricerca e didattica svolte in Ateneo nel campo della geografia dal 1872 ad oggi. E se il Museo di Geografia, attraverso strumenti, carte, globi, plastici e fotografie, è esso stesso un viaggio articolato in tre tappe, riassunte nelle parole chiave esplora – misura – racconta, il libro di Telmo Pievani e Mauro Varotto ci restituirà il vero significato di quel che scriveva Italo Calvino: “Camminare presuppone che a ogni passo il mondo cambi in qualche suo aspetto e pure che qualcosa cambi in noi”.

Related posts

Fiumi belli e selvaggi in pericolo

Pipistrello arancione scoperto nella foresta della Guinea. Il ricercatore Winifred Frick: “Un barlume di speranza in un’era di estinzioni”

roberto valerio

Chi ha paura del lupo?

simonetta lorigliola

Leave a Comment