Konrad
Territorio e urbanistica

Firenze: da area abbandonata a nuovo bosco urbano, 100 alberi donati dal Centro Demetra

Al posto di un’area abbandonata nasce il bosco che racconta le storie dei bambini nati grazie alla
procreazione assistita. È il grande frutteto donato alla città dal Centro Demetra che è stato completato oggi in via del Guarlone alla presenza dell’assessore all’Ambiente Cecilia Del Re. Un’area di circa quattro ettari nella quale sono stati messi a dimora 100 alberi, in prevalenza alberi da frutta (albicocchi, peschi, meli, peri e ciliegi), ma anche cipressi, salici, lecci.

A servizio del bosco è stato realizzato anche l’impianto di irrigazione a goccia. Il Centro di procreazione assistita Demetra è il primo sponsor per gli interventi di forestazione urbana in città che ha risposto al bando di sponsorizzazione pubblicato dall’assessorato all’Ambiente ad agosto 2020.

“Un bellissimo binomio per il futuro della città tra nuovo verde urbano e bambini nati – ha detto l’assessore all’Ambiente Cecilia Del Re -. Con l’offerta del Centro Demetra abbiamo la prima risposta al bando lanciato in agosto per coinvolgere soggetti esterni nella realizzazione di interventi di forestazione urbana in una delle zone individuate in città. Un segnale importante che va nella direzione intrapresa per rendere la nostra città sempre più verde, resiliente e sostenibile per il futuro di tutti”.

“Quest’anno abbiamo festeggiato i nostri primi 25 anni di attività – ha detto la responsabile del Centro Demetra Claudia Livi -. Con il nostro lavoro nato, cresciuto e sviluppato a Firenze, hanno visto la luce in questi anni moltissimi bambini, che al Centro Demetra dallo stadio di poche cellule hanno trovato un posto accogliente nell’utero delle loro mamme. I bambini sono nati e cresciuti in tutta Italia, perché è da tutta Italia che arrivano le coppie al nostro Centro, ma è a Firenze che sono diventati realtà. Un albero che cresce, si sviluppa e mette radici ci è sembrata la metafora più bella per festeggiare
tutti i bimbi del Demetra, che hanno messo radici nella vita. È per questo che abbiamo aderito subito al progetto del Comune di Firenze”

Related posts

Parco eolico in mare, parere negativo del Comune di Rimini. Sindaco scrive al Ministero: “Paesaggio valore non negoziabile”

roberto valerio

Expo 2015. Un prodotto di marketing

Redazione KonradOnLine

La finanziarizzazione della natura. Intervista a Elena Gerebizza di Re:Common

eleonora molea

Leave a Comment