Konrad
Ambiente

Sviluppo sostenibile, ecco i vincitori del Premio Vivere a #sprecozero 2020: c’è anche Microglass di S. Quirino con un progetto che allunga la “shelf life” del cibo fresco

Vanno a 21 progetti di buone pratiche per la prevenzione degli sprechi e lo sviluppo sostenibile i riconoscimenti del Premio Vivere a #sprecozero 2020, i piccoli ”Oscar” della sostenibilità assegnati annualmente nell’ambito della campagna Spreco Zero con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, dell’Anci e di World Food Programme Italia.

“Ventuno esempi – spiega l’agroeconomista Andrea Segrè – di come è possibile, nel quotidiano valorizzare i comportamenti virtuosi dei cittadini, delle imprese, delle scuole, delle start up, degli enti pubblici. Perché è compito di tutti promuovere il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità 030 indicati dalle Nazioni Unite”.

Un modo per fare squadra a diversi livelli c’è, e lo ha dimostrato la Regione Toscana che vince il Premio Vivere a #sprecozero 2020 nella categoria Enti pubblici con il progetto Urban Waste, che ha coinvolto anche il Comune e la Città Metropolitana di Firenze. Un percorso capace di alimentare la condivisione delle buone pratiche con i tanti visitatori del territorio attraverso azioni mirate di turismo
ecologico: come la donazione di cibo da parte degli hotel alle associazioni solidali, la diffusione dell’uso di doggy Bag nei buffet e ristoranti, la promozione dell’uso di acqua di rete e di istruzioni
sulla raccolta differenziata in diverse lingue.

La menzione speciale del Premio va alla Regione Emilia Romagna per il progetto ”Stop allo spreco: il gusto del consumo consapevole”, promosso dall’assessorato Agricoltura e Agroalimentare, per le scuole secondarie di II grado, alcune fattorie didattiche del territorio e la cittadinanza.

Nella categoria Imprese vince Ibrida Birra, ideata da quattro studenti del Master in Product Service System Design al Politecnico di Milano per dare una seconda vita al pane sfornato con amore e passione dalle panetterie di quartiere milanesi. Ibrida è un progetto circolare che rappresenta il perfetto connubio tra sostenibilità e spirito socio-imprenditoriale: connette infatti tutti gli attori della filiera veicolando valori di aggregazione sociale.

Per la categoria storica del Premio Vivere a #sprecozero, InnovAction, l’edizione 2020 va all’azienda Microglass di S. Quirino, vicino a Pordenone (qui sotto una foto dei laboratori dell’azienda) che, attraverso sistemi di riscaldamento multi-tecnologici, allunga la “shelf life” del cibo fresco, riduce i consumi e previene gli sprechi, recuperando gli scarti ortofrutticoli (ortaggi o frutta scartati per malformazioni estetiche) attraverso processi di cottura sottovuoto a microonde.

L’immagine di copertina è di Liuba Bilyk (Unsplash)

Related posts

Il secolo breve dell’agricoltura contadina

simonetta lorigliola

Invasati. 8 maggio, Orto botanico di Trieste

Redazione KonradOnLine

Ambiente, l’ossigeno nel mare profondo è aumentato 600 milioni di anni fa: un momento chiave nell’evoluzione della vita sulla Terra

roberto valerio

Leave a Comment