Liberi giovani in libero spazio

L’EDITORIALE di Giugno 2017

Liberi giovani in libero spazio

di Simonetta Lorigliola

 

Questo numero di Konrad è un numero particolare.

Il nostro giornale, infatti, ne ospita un altro, “L’urlo”.

Il nome dice – e declama- già molto.

È il giornale prodotto in conclusione dell’esperienza del secondo mandato del Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi, importante progetto del Comune di Trieste, nato nel 2013.

Ospitiamo “L’Urlo” con immenso piacere ed entusiasmo, augurandoci che l’esperienza possa avere un seguito, trovando, magari, un suo editore a Trieste.

Crediamo che spazi e tempi dedicati ai giovani siano cosa sacrosanta.

Spazi fisici in cui incontrarsi, parlarsi, costruire insieme percorsi di felice condivisione, e anche di sana contestazione, ove necessaria. Purchè si tessano relazioni.

La relazione e il confronto sono il pane della comunità evolutiva, il seme di un futuro fiorito.

Ma dire che è necessario dar voce e spazi ai giovani è un luogo comune. Non c’è politico, psicologo, antropologo o persino genitore che non lo ripeta. Spesso restano puri pronunciamenti.

Alle ragazze e ai ragazzi serve, invece, concretezza.

Servono strumenti veri per capire che la nuda vita si trova nelle vie della città che abitano.

Che la realtà dell’azione e della relazione diretta può competere gioiosamente con ogni realtà virtuale, affiancandola criticamente, senza demonizzarla.

Per questo progetti come quello del nuovo PAG comunale sono importanti.

la vista dal nuovo PAG a San Giusto (Trieste), spazio dedicato ai giovani

la vista dal nuovo PAG a San Giusto (Trieste), spazio dedicato ai giovani

 

Esisteva già, ma languiva.  Poi una svolta, con la nascita di un Assessorato ai Giovani, accorpato alla Cultura di pertinenza di Giorgio Rossi. Il Progetto Area Giovani discende da una delibera di Giunta (n. 616 del 28 novembre 2016) che sancisce un nuovo corso.

Il PAG sta nel cuore della storia di questa città, sul Colle di San Giusto, proprio sulla Piazza della Cattedrale nei locali bellissimi (e ristrutturati al meglio) di un edificio comunale, affacciato sulla chiesa romanica da un lato e sulla città e il golfo dall’altra. Un ampio giardino, con campetti sportivi, completa il quadro.

Un luogo, anche esteticamente, accogliente e aperto.

“Uno spazio a fruizione libera con attività che saranno gestite, anche e soprattutto, direttamente dai giovani” dice la responsabile del progetto Donatella Rocco, che aggiunge: “Vorremmo che questo luogo fosse anche uno strumento per cambiare la visione della città sui giovani. Ad oggi sono trasparenti, non li si calcola e a volte li si giudica severamente. Il progetto mira a offrire opportunità di partecipazione e valorizzazione di quel che loro possono dare e fare, in autonomia e libertà”.

Infatti al PAG possono accedere associazioni e anche i gruppi informali. Presto anche i singoli non avranno bisogno di trafile burocratiche o iscrizioni.

Basterà inviare una mail per accreditarsi.

Gli spazi a loro dedicati comprendono la sala studio, la sala prove attrezzata per gruppi musicali e teatrali, i campi sportivi esterni di basket, pallavolo e arrampicata, gli spazi espositivi e atelier, spazi co-working e il teatrino/cinema.

Che dire? Finalmente, spazio ai giovani!

Scritto da simonetta lorigliola

simonetta lorigliola

Simonetta Lorigliola, studi filosofici, è giornalista e vive e lavora a Trieste.
ha collaborato con "EV. Vini. Cibi Intelligenze", la rivista di Luigi Veronelli. Dal 2004 al 2010 ha diretto la Comunicazione sociale e le Campagne per Altromercato, la maggiore organizzazione di commercio equo e solidale italiana per la quale ha fondato il progetto IlCircolodelCibo. Autrice di pubblicazioni su origini e storia, ha recentemente pubblicato "È un vino paesaggio" (DeriveApprodi, Roma, 2017) È stata tra gli ideatori del progetto "t/Terra e libertà/critical wine" che ha organizzato decine di eventi in tutta Italia. Oggi collabora con il Seminario Veronelli. Scrive su Konrad dal 2012 e da ottobre 2015 ne è la direttrice.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *