Konrad
Teatri di confine

Il lato blues di Svevo and Friends

– di Stefano Crisafulli –

Svevo and friends

Lo sapevate che Italo Svevo è blues? E che pure Saba, Joyce, Slataper, Giotti, Kosovel e Voghera lo sono?

In un turbinìo di citazioni, ci ha pensato la premiata ditta Pupkin, formata da Stefano Dongetti, Alessandro Mizzi e Laura Bussani a dimostrare questa tesi, con l’aiuto di due musicisti del calibro di Riccardo Morpurgo al pianoforte e Franco Trisciuzzi alla chitarra.

Il loro reading Italo Svevo and Friends, andato in scena alla Sala Bartoli del Rossetti, sabato 6 febbraio, per la stagione dello Stabile regionale, è, infatti, una galleria di brani e aforismi dei ‘mostri sacri’ della letteratura triestina, intervallati e accompagnati dal blues e dal jazz del duo Morpurgo-Trisciuzzi. Si può scoprire, così, il lato ironico di Saba quando prende di mira gli artisti o di “Hoochie Coochie Man” Joyce quando scrive a Svevo.

Tra i momenti più belli, lo Slataper letto da Mizzi in stile ‘Bebop’ e la poesia di Kosovel “I sogni muoiono” in sloveno.

Related posts

Scacco alla torre

stefano crisafulli

L’arte della scenografia. Una chiacchierata con Pier Paolo Bisleri.

laura paris

Festival internazionale del teatro giovane a Trieste

Redazione KonradOnLine

Leave a Comment